David C’ E’ - Tempo Monstre di 21.77

  “David c’è, David c’è”, come direbbe un caro giornalista e telecronista italiano. David Zobbio sfodera una prestazione di livello internazionale Under18 sui 200 indoor, con il tempo di 21.98 in batteria si era gia ritagliato un posto nella storia e nelle graduatorie All Time, poi spara 21.77 in finale laureandosi campione italiano per la prima volta sul giro di pista. Il grande avversario e favorito della gara ai blocchi di partenza è Ianes, forte del suo 21.82 della passata stagione, che in batteria corre il nono tempo italiano di sempre 22.24. Purtroppo per lui non basta, e dovrà limitarsi ad un argento dietro al nostro campione, che corre a pochissimi centesimi dal record italiano di Andrew Howe, per l’esattezza di 16 centesimi. Ricordiamo che poi Howe corse in 20.99 all’aperto. Intanto David cullato da questo fantastico tempo si gode l’obiettivo Nairobi (minimo fissato a 22.05) con il terzo tempo europeo di categoria.

Buonissimo quarto posto per Elena Carraro sui 60 ostacoli al primo anno di età. Per lei due turni più la finale corsa in 8.96, superando la favorita della gara e già avversaria ai campionati italiani cadetti, Menchini. Il miglior tempo però lo ottiene in semifinale con 8.95 sfiorando di pochissimo il personale di 8.94. 

Sempre sui 60 ostacoli però al maschile, troviamo in finale Ousseni Bara, che dopo il “tempone” corso a Saronno di 8.23, durante la semifinale di Ancona lo avvicina anche lui correndo in 8.29. In finale dovrà accontentarsi dell’ottavo posto; ultimo turno chiuso in 8.46 (bissando il tempo della batteria).

Due rappresentanti Brixia nel lungo, Stefano Cordella e Ion Soltan. Per Stefano, grande prova di personalità, che “all’esame” di Ancona nel lungo balza alla sua seconda miglior prestazione con 6.34 (personale di 6.51), con anche un 6.30 al terzo tentativo. Prestazione sottotono per Ion che incappa non nella gara sperata, saltando solo 6.23 ritagliandosi fuori dalla lotta per la finale.

Prima esperienza ad un campionato individuale sui 60 per Giulia Comper, quest’anno arrivata fino a 8.08. Per lei 8.28 in batteria.

 

Buone le prove nelle staffette maschili e femminili. Per i maschi ai blocchi si presentava Davide Meli, David in seconda, Ousseni in terza e in ultima Ion, per loro 1:36.41. Per le ragazze 1:50.54 capitanate da Elena in seconda, Giulia in partenza, Licia Degiacomi e Elena Trotti nelle ultime due frazioni.

 

Al termine dei due weekend la classifica indoor  di società (o Cds Indoor)  vede gli uomini al decimo posto, e le donne al settimo. All’appello mancano solo gli italiani assoluti per completare questa speciale classifica (che non ha niente a che vedere con i Cds all’aperto)

 

Ringraziamo per le foto Federica Putti